Informativa cookie

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ora sono bloccati, se riscontri problemi nell'uso del sito potrebbe essere dovuto a questo blocco. Clicca su OK per risolvere i problemi.

Consiglio Comunale monotematico sull'ampliamento della discarica di Cà Lucio

L’8 luglio 2013, durante il Consiglio Comunale monotematico sull'ampliamento della discarica di Cà Lucio, il tempo, ad Urbino si è fermato.

Tutto d’un tratto siamo tornati indietro di mezzo millennio, dove Battista Corbucci e Federico Tiviroli si son ricongiunti al Collegio Raffaello; i loro sguardi si son cercati furtivamente, evitati e di nuovo incrociati, per oltre 5 ore, per amore d’interesse !! Il tempo si è fermato per ben due volte per Federico Tiviroli, su quel display che ha indicato Zero per oltre 30 minuti (mentre Consiglieri e Cortigiani, compresa la, a lungo silente, Battista Corbucci, avevano a disposizione 10 minuti). Nel secondo intervento dopo venti minuti il popolo si è ribellato, chissà se accadde anche 500 anni fa, e Federico si è taciuto!

Oggi, come all’ora, la politica asservita al suo Duca attraverso la figura del Consigliere Comunale e Presidente della Comunità Montana Serafini, ha freudianamente ammesso chi regge realmente le fila dell’amministrazione urbinate, apostrofando Marche MultiServizi come "L’azienda che ci gestisce".

Abbiamo visto la vecchia dirigenza del PD, attraverso le figure del Sindaco, Consigliere Serafini e Consigliere Felici difendere a spada tratta una pratica medioevale cioè quella di seppellire i rifiuti.

Poi si son visti i nuovi Cavalieri (i giovani del PD Scaramucci, De Angeli e Fedrigucci) genuflettersi innanzi a Federico e, mollate le redini, gettare le spade ed ammettere che loro non sanno cosa fare, schiacciati fra l’incudine ed il martello. Dall’altra parte del campo di battaglia Sigismondo Gambini, è pronto a trasformare quella discarica, udite udite, in Inceneritore, immemore che, a poche leghe dal suo feudo schietese, in quel di Forlì, il rogo dei rifiuti regala tumori a piene mani a tutto il contado!

In questa storia d’altri tempi , vi è spazio anche alla defezione delle armate alleate sotto lo stesso stendardo: il PD di Fano ed il PD di Pesaro, saltano il fossato e si apprestano a lottare con Il Cordinamento Provinciale Rifiuti zero di Pesaro e Urbino, con tanto di adesione e solenne dichiarazione: ”Noi tutti aderenti ci schieriamo apertamente contro l’ampliamento della discarica di Cà Lucio”

Oibò! Se 500 anni or sono, l'allora Duca ci lascio una Città in forma di Palazzo, il novello Federico e la sua Sposa ci lasceranno una Discarica grande come un palazzo! E noi, Cittadini a 5 stelle, che assieme a tutti i comitati nati spontanei, non ci arrenderemo mai alle logiche di corte del consumismo sfrenato, delle industrie libere da vincoli etici e ambientali e dalla ricerca del profitto che vale più della salute delle persone, non cercheremo, il prossimo anno, un nuovo Principe macchiavellicamente illuminato, ma, con la partecipazione di tutta la Urbino che dissente, tutti insieme, andremo porta a porta a raccatar rifiuti!

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna