Replica Gambini cosa pensiamo del PD

gambini telecamere pd minia

Come precedentemente illustrato ai lettori del Carlino nell’articolo del 10 Ottobre 2013 a firma di Emanuele Maffei

(VEDI), il Meetup M5S Urbino invitato ad un incontro dalla Segreteria del PD, vi si è recato in quanto, come “Movimento di Cittadini”, ritiene di dover ascoltare ed incontrare tutti coloro che cercano un’interazione con il Movimento. Detto ciò, l’ascolto non significa necessariamente “essere d’accordo”. In particolare, rispetto al PD, ciò che noi cittadini del Meetup Urbino avremmo voluto comunicare alla Segreteria locale, preso comunque atto delle cose che gli esponenti del PD avrebbero voluto dirci (anche se, stando alle parole di oggi del suo Segretario sembrerebbe che in realtà volessero solo ascoltarci!), sarebbe stato, sostanzialmente, un invito a fare un passo indietro per il bene della Città e dei suoi abitanti. Ciò per tre sostanziali ragioni:

  1. Gli esponenti del PD locale non godono di nessuna credibilità, laddove la loro appartenenza al PD Nazionale, ipso facto, li assimila alle nefandezze compiute a danno degli Italiani tutti da tale PD: l’adesione a trattati capestro in spregio alla Costituzione, la partecipazione al Governo Monti, l’inciucio ventennale con il PDL, solo per citarne alcune a caso!
  2. Gli esponenti del PD locale non godono di nessuna credibilità, laddove la loro appartenenza al PD Regionale li rende partecipi, loro malgrado, dello smantellamento del Welfare e del Servizio Sanitario Regionale, a tutto vantaggio della Sanità Privata, e a danno dei Cittadini Marchigiani che hanno pagato con il loro lavoro e le loro tasse il Servizio Sanitario Regionale Pubblico!
  3. Ultimo, ma non ultimo, i locali esponenti del PD, sono i principali responsabili del degrado in cui versa la nostra Città, stante scelte miopi e volte al conservatorismo più bieco, in tema di Sviluppo Economico e Sociale della Municipalità, Ambiente e salvaguardia del territorio, Viabilità e mobilità sostenibile, pressapochismo, come evidenziato anche nell’articolo di oggi del Consigliere di minoranza Lucia Ciampi, nonché tutto quanto d’altro sotto gli occhi degli Urbinati!

Inoltre, nonostante le parole rassicuranti di Fedrigucci, l’esistenza di divisioni all’interno della attuale maggioranza è evidente. Dalle parole del leader dei verdi locali, Carrabs, che praticamente in tempo reale smentisce il Segretario del PD, oltre che smentirsi da solo, laddove, nella intervista rilasciata a Maffei, propugna, da un lato, per la candidatura di Sindaco un illustre personalità, con il quale avrebbe già preso contatti, e, dall’altra la scelta del candidato Sindaco attraverso le primarie; alla presenza della compagine “Urbino 2020” , i cui esponenti di spicco sono tutti PD interni alla attuale maggioranza, che organizzano incontri “in incognito” con i Cittadini, non si capisce se per “vergogna” o come attività propedeutica alla presentazione di una “nuova” lista civica.

Quanto alla opposizione, di cui Gambini pare volersi ritenere il solo portavoce, non si può tacere del fatto che per lungo tempo egli ha fatto parte di coloro che hanno “Governato” questo territorio. Inoltre, il richiamo nell’articolo di oggi, al recente incontro sui Fondi Sociali Europei evidenzia che, se a livello locale Gambini sdegna il PD Urbinate, poi va a braccetto con quello Regionale, (in merito all’incontro sui Fondi Europei invitiamo coloro che vogliono approfondire a leggere il nostro articolo).

Possiamo inoltre rassicurare Gambini, il quale non deve temere inciuci del M5S, noi siamo semplici cittadini, non politici di mestiere, pertanto dagli inciuci abbiamo solo da perdere e nulla da guadagnare. Noi siamo pronti a discutere anche con lui, se lo vorrà, in merito alle scellerate

decisioni della regione su biogas e biomasse, sulla gestione “centralizzata” ad Ancona del Turismo, sulle buone pratiche di agricoltura sostenibile e su quant’altro lui ci vorrà proporre.

Ciò detto è chiaro a chiunque abbia minimamente seguito le vicende del M5S anche a livello nazionale che “alleanze” con i partiti politici responsabili dello sfascio Nazionale e Locale sono pertanto escluse! Ribadiamo, altro è l’ascolto di tutti coloro che hanno e vogliono dirci qualcosa!

Versione dell'articolo uscito sul Resto del Carlino >>